REMISE EN FORME POST PARTO

Arriva l’estate e con lei milioni di articoli, sulle riviste femminili e non, per rimettersi in forma e sfoggiare un fisico al top. Ti fiondi in edicola, compri tutte le riviste su cui appare la parola “dieta” in copertina e appena hai un secondo a casa le sfogli. Dico le sfogli perchè non è che tu abbia poi tutto questo tempo a disposizione per leggere attentamente tutto. Diciamo che ti fai una vaga idea di quello che serve per dimagrire: eliminare pane, pasta, dolci, bevande gassate e zuccherate, fumo, alcol e fare attività fisica costante – almeno mezzora al giorno. Per quanto riguarda i primi tre punti ci provi ma è dura, mooolto dura. Che vita è senza un bel panino, senza un bel piatto di pasta, senza il dolcetto a fine pasto?? Per quanto riguarda le bevande non è poi così difficile, tanto di bere non bevi granchè, anche se vuoi far credere agli altri che sei un cammello, con la tua bottiglietta di acqua sempre in borsa. Fumo e alcol non ti riguardano, roba da teenager (tu sei già passata all’antirughe). Infine, l’attività fisica. Se calcoli che passi metà della tua giornata a sollevare tua figlia, che pesa 10 kg, e a portarla in giro a passeggio, sei a posto. Però la tonicità delle donzelle sulle riviste non ce l’hai. Basta con la scusa che non hai tempo perchè hai una neonata! Ti decidi a rispolverare le tue vecchie scarpe da corsa e col permesso del marito riprendi ad andare a correre, almeno un paio di volte a settimana, una mezzoretta. All’inizio arranchi, ti viene il fiatone e il classico dolore al fianco di chi non si muove da secoli. Poi pian piano ingrani e ci prendi gusto e mentre corri inspiri ed espiri dandoti il ritmo. Non male per una pivella! Presa dall’entusiasmo ti scarichi anche l’App che ti dice quanto veloce stai andando e QUANTE CALORIE STAI BRUCIANDO. Corri, corri e se incontri amici e conoscenti per strada, già in lontananza gli gridi “non mi fermoooooo” e tiri dritto. Non puoi permetterti di interrompere l’allenamento così, per parlare magari – di nuovo – di tua figlia. Corri come una lepre con la musica a palla nelle orecchie (finalmente la TUA musica e non le canzoncine dello Zecchino D’Oro) e attraversi le strade cercando di non farti stirare da un auto, perchè – non dimenticarlo – ormai sei madre di famiglia. Guardi l’orologio, questa volta non perchè devi preparare la pappa a tua figlia e per oggi il tuo allenamento è terminato. E’ ora di rientrare alla base. Citofoni ed entri in casa rossa come un peperone. Se la situazione casa-marito-figlia è a posto, ti butti in doccia e ti lavi rapidamente. Se poi ti va’ di lusso riesci a ritagliarti un attimo per spalmarti le famigerate creme snellenti-tonificanti-drenanti che hai comprato dopo aver letto le riviste di cui sopra. Parti dal viso: crema antirughe e anti fatica (meglio nascondere le occhiaie), poi massaggi il decolletè perchè “prevenire è meglio che curare”. Cambi crema, via con la rassodante per il seno; dopo la gravidanza e l’allattamento arriva a terra. Le mozzarelle del supermercato sono di sicuro più toniche. Cambi crema e prendi quella Pancia e Fianchi e ti massaggi con una foga che se qualcuno ti vedesse direbbe che sei pazza. Dulcis in fundo, prendi la crema anticellulite per le gambe e la spalmi direttamente sulle cosce, senza seguire quello che c’è scritto sul flacone, ossia di partire dalle caviglie. Non puoi permetterti di sprecare oro su zone dove la cellulite fortunatamente non ce l’hai. Finisci questa tortura e sei di nuovo tutta sudata, ma sicura di aver perso ulteriori calorie in tutto il processo. La tua coscienza per oggi è a posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *