PRIMI GIORNI DI ASILO NIDO

Da mesi sognavi questo momento e ti dicevi: le prime due settimane penso solo all’inserimento all’asilo nido, l’ultima settimana la tengo per me e poi rientro in ufficio fresca come un fiore. Ma ti avevano anche avvertito: “vedrai, quando inizia l’asilo nido si ammalerà ogni due per tre e tu con lei!”. Non ci credevi, non volevi crederci. E invece eccovi qui: terza settimana di asilo nido (quella che avevi sognato tutta per te, per andare a correre, per leggere, per dormire) tu e la pupetta ammalate,chiuse in casa dal week-end precedente. Lei ha un raffreddore e una tosse spaventosi, tu un mal di gola come mai prima. Mentre lo pensi ti viene un flash: oddio! il cartello sulla bacheca dell’asilo avvertiva di numerosi casi di laringite acuta!! sarà mica questo??? chiami in preda al panico il tuo medico, hai le ore contate per rimetterti in forma, tra pochi giorni devi tornare al lavoro dopo 14 mesi di maternità! Ingolli quintali di farmaci, cerchi di riguardarti e intanto insegui tua figlia per casa con in mano le monodosi sterili di acqua fisiologica da spararle nel naso. La sera poi, finita la cena, la metti seduta sul seggiolone e affidi al papà l’arduo compito di tenerla tranquilla per farle fare l’aerosol. Lei si dimena, allontana la mascherina dal viso ma imperterrita guarda il tablet con Masha e l’Orso che cantano “se sei felice tu lo sai”, balla e si agita. Papino le prova tutte, a un certo punto disperato stacca la mascherina e le mette il tubo direttamente in bocca e sai che fa’ la pupa?? Inizia ad aspirare come se stesse fumando il narghilè! ahah! che tipa! Preghi che il giorno dopo siate tutte e due di nuovo in salute, per portare tua figlia di nuovo all’asilo nido e per dedicare a te stessa quelle poche ore di libertà rimaste, prima del nuovo inizio. Ma intanto, mentri sogni la libertà, soffri. Tua figlia d’ora in poi la crescerà qualcun altro. La cresceranno le tate dell’asilo nido ed i nonni, perchè tu tornerai a lavorare a tempo pieno e la vedrai giusto il tempo del bagnetto e della pappa serale. Mandi giù il nodo in gola e ti prometti questo: il poco tempo che trascorrerai insieme a lei dovrà essere un tempo di qualità, pieno di gioia ed amore per entrambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *